claim

Autoanalisi autorizzate dalla Legge Regionale 21/1991 e s.m.i.

 

CLICCA SU OGNI PANNELLO PER TUTTE LE INFORMAZIONISUI DIVERSI PACCHETTI DI ESAMI


pannello 1 B
pannello 2 B
pannello 3 B
pannello 4 B

 

pannello 5
pannello 6

goccia sangue


 

GLICEMIA
La Glicemia è la quantità di glucosio (cioè di zucchero) presente nel sangue. La sua misurazione può essere eseguita a digiuno, dopo un pasto oppure (curva glicemica) a più riprese dopo somministrazione di zucchero. Viene combinata con la glicosuria, cioè la ricerca di glucosio nelle urine, dove normalmente è assente.

Significato
E' l'esame fondamentale per la diagnosi del diabete e per valutare la gravità della malattia. Attualmente si pone la diagnosi di diabete quando la glicemia a digiuno tocca o supera i 2 g/l e sempre che la glicosuria riveli la presenza di glucosio nel sangue. Se invece il valore, pur essendo superiore a 1,20 g/l a digiuno, non raggiunge i 2 g/l, si parla di stato «prediabetico» tipico, per esempio, dei soggetti obesi. Valori troppo bassi, cioè inferiori a 0,80 g/l, sono invece indice di un'ipoglicemia, cioè di una carenza di glucosio nel sangue che può causare capogiri e debolezza.

Valore normale
da 80 a 120 mg/dl (a digiuno).

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue prelevato a digiuno o dopo un pasto. Glicemia da carico: sei prelievi a intervalli prestabiliti.


 

 

COLESTEROLO
Il colesterolo è una sostanza che entra nella composizione delle lipoproteine, le proteine che provvedono a portare i grassi alle cellule (LDL, VLDL...) e dalla periferia dell'organismo al fegato (lipoproteine HDL).

Significato
Una quantità elevata di colesterolo nel sangue viene considerata un fattore di rischio per l'aterosclerosi e, di conseguenza, per molte malattie cardiache. L'ipercolesterolemia può essere secondaria a un altro disturbo (insufficienza della tiroide, cirrosi biliare, pancreatite...) o primitiva. Oltre al dato totale, però, si deve tenere presente la quantità di colesterolo HDL, che è invece un fattore protettivo. Quindi è più preoccupante un basso livello di colesterolo HDL che un alto livello di colesterolo totale.

Valore normale
Colesterolo totale, fino a 200 mg/dl; fino a 260 mg /dl (oltre i 50 anni); HDL, da 40 a 50 mg/dl (uomini); da 50 a 60 mg/dl (donne).

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue.


 

TRIGLICERIDI
Sono una delle forme con le quali i grassi viaggiano nel sangue. Ne esistono di due tipi: esogeni (derivati dagli alimenti) ed endogeni (sintetizzati dal fegato).

Significato
L'aumento dei trigliceridi nel sangue (ipertrigliceridemia) può essere causato da un'alimentazione troppo ricca di grassi oppure da alterazioni del metabolismo dei lipidi. In questo caso di parla di ipertrigliceridemia primitiva. L'ipetrigliceridemia può però anche dipendere da altra malattia come diabete non compensato, sindromi nefrotiche, pancreatiti, alcolismo acuto (ipertrigliceridemia secondaria) .L'ipertrigliceridemia è un fattore di rischio cardiovascolare come l'ipercolesterolemia.

Valore normale
Il valore normale è inferiore a 1,60 g/l, ma dipende dal metodo adottato dal laboratorio.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue.


 

 

ACIDI URICI (URICEMIA-URICURIA)
I due test determinano la quantità di acido urico rispettivamente nel sangue e nelle urine.

Significato
Quando l'acido urico nel sangue supera i 70 mg/l è quasi certo che il paziente soffre di gotta,fatta eccezione per una piccola percentuale di persone. Un singolo risultato anomalo, inoltre, non ha valore diagnostico. L'acido urico può aumentare anche a causa di alcuni farmaci e durante la chemioterapia delle leucemie o a causa di insufficienza renale, tossemia gravidica, acidoacetosi diabetica e altro. Livelli anormalmente bassi (meno di 25 mg/l) possono indicare insufficienza epatica, aumento dell'eliminazione con le urine (spesso dovuta a tumori, ma anche a particolari intossicazioni) e trattamenti farmacologici. Nelle urine, valori molto elevati (oltre 800 mg/24H), indipendentemente dalla presenza di gotta, espongono al rischio di calcoli delle vie urinarie.

Valore normale
Uricemia, da 50 a 60 mg/l (uomini) e da 40 a 50 mg/l (donne); uricuria da 400 a 650 mg/24 H.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue; sulle urine delle 24 ore.


 

CREATININA
La creatinina è il composto dell'azoto presente nel sangue la cui quantità è più stabile, dal momento che dipende soltanto dalla capacità di filtraggio dei reni.

Significato
Analogamente all'azotemia, un rialzo delle creatininemia indica un'insufficienza renale cronica o acuta, solo che l'affidabilità (soprattutto per le forme croniche) è decisamente superiore.

Valore normale
Da 6,6 a 13,2 mg/l (uomini); da 5,5 a 12,1 mg/l (donne); nella gravida meno di 5,5 mg/l.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue.

variazione calendario 2021

newsletter box

satispay box 2

 

named box

petferenziale box

approfondimenti

home care

safe and clean

ricette elettroniche box 02

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

P.I.: 11286230013 | Privacy | Note legali

Webmaster: Farmalem | Copyright © 2008 Farmalem | All Rights Reserved | Powered by: Whiteready